Mauro Casadio presenta la stagione del settore giovanile: “Lavoreremo sulla qualità delle ragazze”

Sta iniziando la nuova stagione, che naturalmente vedrà, come sempre, Athena molto concentrata sul settore giovanile. Al di là della under 18, che è inserita nell’accordo con la Stella Azzurra e quindi collegata con la prima squadra, tutte le altre rappresentative si stanno organizzando. Ne parliamo con Mauro Casadio, la cui storia con Athena continua. “Avevo deciso di lasciare, ma l’importante ora è essere rientrato con dei compiti ben precisi e ben definiti. Mi occuperò del settore giovanile. A me interessa continuare a insegnare pallacanestro e se ho la possibilità di farlo ad Athena per me è il massimo. Aver annunciato di lasciare la società è stato lacerante, c’erano motivazioni molto profonde. Durante l’estate ho avuto grandi dimostrazioni di affetto e di stima da parte dei genitori delle ragazze che stavo allenando e dal mondo della pallacanestro. Edoardo Stanchi poi ha riconosciuto alcuni errori nei rapporti interpersonali, ha ammesso che alcuni episodi erano stati fraintesi e che in futuro, per evitarlo, ci sarebbe stata piena fiducia in me e un rapporto diretto tra me e lui. Da una parte il chiarimento con la dirigenza, dall’altra queste manifestazioni di apprezzamento nei miei confronti mi hanno spinto a riprendere, con ambiti ben precisi. Solo settore giovanile. Niente prima squadra, come accadeva negli anni passati; per il resto curerò i rapporti con le società affittuarie, con il comitato regionale, i calendari, e tutto ciò che ho sempre fatto”.

Settore giovanile, dunque. Iniziamo dalla rappresentativa under 16.

Avevamo fatto alcuni programmi, ma sono cambiati. Abbiamo mandato in prestito ad Esquilino tre ragazze classe 2005 che erano sempre state trainanti nel gruppo. La scelta deriva dal fatto che Esquilino, con cui abbiamo sempre avuto dei rapporti di buon vicinato e dove sono andati allenatori che fino allo scorso anno erano con noi, partecipa al campionato Elite, che riteniamo adatto al loro livello e che possa rappresentare per loro un’esperienza utile per crescere ancora. Il nostro gruppo invece parteciperà al campionato regionale.

In che senso i programmi sono cambiati?

Alle ragazze del 2004 abbiamo fatto un discorso ben preciso. Chi rimaneva infatti avrebbe avuto una opportunità importante per rimboccarsi le maniche ed avere molti più minuti in campo, senza le ragazze che fino a quel momento avevano fatto da traino. Questo aspetto però non è stato recepito dalle ragazze e dai loro genitori in quanto hanno ritenuto – a torto – che il gruppo si stesse sfaldando.

Invece è tutto il contrario.

Sì, ed è un peccato, perché noi continuiamo a puntare forte su questo gruppo, anzi, magari l’anno prossimo potremmo fare noi il campionato Elite con alcune ragazze di Esquilino a rinforzarci. Uno dei motivi che ci aveva spinto a stringere il rapporto con Esquilino era proprio dare l’opportunità alle ragazze che rimanevano in Athena di avere un minutaggio superiore agli anni precedenti, per fare più esperienza di campo.

Quindi come ci si è organizzati?

Abbiamo costituito un gruppo unico di 2005-2006-2007 che parteciperà sia al campionato under 16 sia a quello under 14. Era già deciso che anche le 2006 e le 2007 sarebbero state seguite da me e così invece di fare due gruppi separati li abbiamo uniti.

Le 2007 parteciperanno anche all’under 13?

Sì, le 2007 parteciperanno anche al campionato under 13, seguite da Martina Casadio. Con le 2008 ci saranno due momenti di allenamento in comune, quindi, in sintesi, sia le 2006 sia le 2007 faranno due campionati. E c’è un’altra novità.

Quale?

Prolungheremo di un anno la presenza dei maschi, che solitamente dopo il minibasket indirizziamo verso società maschili. Ora, su richiesta dei genitori, li faremo rimanere un altro anno. Ci sarà quindi un gruppo misto 2008-2009 che parteciperà al campionato Esordienti, vedremo se Fip o con un ente di promozione.  Speriamo di tirar fuori qualcosa di interessante, come sta accadendo per le 2007.

L’attenzione al settore giovanile è quella di sempre, dunque.

Sicuramente. Non grandi numeri ma lavoriamo sulla qualità delle ragazze. Ci sono poi due gruppi di minibasket:  Le più piccole saranno allenate da Francesca Rosellini, mentre il gruppo 2010-2011, molto corposo, avrà come istruttrice Martina Casadio, che seguirà, come detto, Esordienti e U13;  le under 16 e le under 14 lavoreranno invece con me.

Serie C

In Serie C, Basket Valsugana è stata sconfitta 48-38 in casa del San Raffaele. Buon inizio delle padrone di casa che – complice un blando avvio delle ospiti – si portano sul 5-0; le ospiti fanno fatica a reagire non riuscendo a capitalizzare quanto tirato: 17-6. Nel secondo periodo le ragazze di coach Innocenti riescono finalmente a mettere una tripla (Antonelli) e il gioco inizia a salire di intensità, ma la sostanza rimane invariata: 25-14.
Al rientro dalla pausa le ospiti recuperano punto su punto recuperando terreno a riportandosi sotto a -5, punteggio che viene ribaltato nell’ultimo quarto grazie ad una bella difesa; le padronedi casa però non rimangono a guardare e a loro volta si riportano sopra di 3; alla fine le rosse, non avendo cambi a disposizione e con le poche energie rimaste, cedono il passo dando la vittoria al San Raffaele.

San Raffaele Basket-Basket Valsugana 48-38
Parziali: 17-6, 8-8, 6-13, 17-11
San Raffaele Basket: Rama, Magnanelli, De Angelis 7, Garau 21, De Marchi 5, Meskhi 2, Testa 2, Traversa 6, Cupellaro 5. All. D’Antoni
Basket Valsugana: Antonelli 3, D’Antoni 3, Mesaglio 7, Pugliese, Camarda 11, Cerullo 10, Trainito 2, Bernardini 2, Perrotti. All. Innocenti

Under 16

Bella vittoria della nostra Under 16 in casa del Basket Roma B. Un successo che consente alle nostre ragazze di consolidare il quarto posto in classifica. Dopo aver tenuto bene in difesa nel primo periodo, chiuso avanti di tre punti, Athena ha saputo sfruttare il vantaggio a livello fisico, allungando decisamente nel secondo quarto. Importanti le due triple di Martino, ma più in generale tutte le ragazze hanno saputo dare il loro contributo. Le squadre vanno al riposo sul 29-10 per Athena, Basket Roma risale fino al -12 ma nell’ultimo periodo Athena riesce a riallungare senza correre alcun pericolo per la vittoria.

Basket Roma B-Athena Basket 33-51
Parziali: 6-9, 4-20, 14-7, 15-9
Basket Roma B: Busca 3, Berardi 11, Dante, Simonelli, Pellegrino 3, Salerno 8, Sartoretti 4, Caradonna 2, D’Angelo 2. All. Valentino, prep. fisico Razzino
Athena Basket: Fiocco 2, Cecchi 17, Penna, Bisogni 10, Antetomaso, Pesarini, Fausti 3, Martino 16, Sereni 3, Tommasini, Pera. All: D’Antoni

Under 13 e minibasket

Bellissima vittoria nel campionato Under 13. Tutte le ragazze sono andate a segno, giocando molto bene e dimostrando grandi miglioramenti nel contropiede. Venerdì scorso invece nel campionato minibasket categoria Scoiattoli (2009-2010) importante vittoria e bellissima partita contro il Sempione. Sabato invece è arrivata una sconitta contro Team-up, in una partita comunque molto tirata e ben giocata.

Francesco Goccia promosso Direttore Operativo/Club Manager della società

Athena Basket Club è lieta di annunciare che in data odierna il sig. Francesco Goccia è stato promosso Direttore Operativo/ Club Manager della società, con il compito di condurre Athena verso la prossima fase del nostro percorso di crescita e sviluppo.Tutti i componenti delle Direzioni Operative del Club, e cioè Direzione Sportiva, Direzione Amministrazione e Finanza e Direzione Commerciale e Logistica, saranno diretti e coordinati dal sig. Goccia, il quale farà riferimento esclusivamente al Vice Presidente Esecutivo Dott. Edoardo Stanchi.

La prima squadra sarà affidata al vice allenatore sig. Corrado Innocenti sino al termine della stagione sportiva in corso.

Questo il commento di Edoardo Stanchi: “Sono contentissimo di questa promozione, Francesco se la merita. Lui è il nostro uomo Athena. Può fare tutto, l’allenatore, il dirigente, anche il presidente. Lo ringrazio per aver avallato questo progetto insieme a me”. 

Qui di seguito il nuovo organigramma societario:

Giulia Grimaldi: “Domenica dobbiamo iniziare subito forte”

L’abbiamo rivista in campo a Pistoia, l’abbiamo rivista ancora meglio contro Forlì. Due partite che non sono andate bene, ma che per Giulia Grimaldi, reduce da un’operazione al menisco, hanno rappresentato una tappa importante per il ritorno alla massima efficienza. E’ lei stessa a fare il punto della situazione.

Come procede il recupero?
Contro Forlì per la prima volta ho avuto la sensazione di poter riprendere il ritmo giusto. Ero già rientrata a Pistoia, in una partita per la quale tutte quante ci stiamo ancora mangiando le mani. Con Forlì ho sentito di essere in fiducia e che potevo spingere. A livello psicologico è stato un periodo non semplice. Un trauma di questo tipo, soprattutto al ginocchio, rende complicato riprendere, più dal punto di vista psicologico che da quello fisico. In particolare per il mio tipo di gioco, dato che vado spesso in entrata e sfido l’avversaria in uno contro uno, si sente ancora di più.

Il periodo di sosta è stato utile?
Sì. Ho lavorato molto con Corrado e Irene, ho spinto parecchio e penso di aver raggiunto una forma fisica quasi ottimale. Nella partita di domenica spero di poter essere al cento per cento o quasi.

Com’è il clima in squadra?
Stiamo cercando di ritrovare fiducia in noi stesse, è la cosa che ci manca di più. I punti persi contro Forlì ci hanno scoraggiate. Erano ultime, avevamo vinto in casa loro, è stata una brutta batosta. Stiamo cercando di arrivare concentrate. Vogliamo iniziare subito forte, per far capire alle avversarie che batterci sarà dura. A Cagliari lo facemmo, poi nel terzo quarto ci fu un black-out, con noi ferme a guardare, immobili. Dobbiamo un po’ svegliarci dal punto di vista psicologico. Se anche quello che prepariamo non viene, se qualche schema non riesce, bisogna comunque stare lì con la testa.

Oltre che giocatrice, lavori anche col minibasket.
Sì, insieme a Piacentini stiamo lavorando con un gruppo di under 10. E’ una bella esperienza, finora abbiamo organizzato due partite, una persa e una vinta e stiamo cercando di organizzare un torneo il 13 aprile insieme al Valsugana e al Basket Roma. Mi piace stare a contatto con i bambini, studio scienze motorie, in pratica è il mio mondo.

Che cosa ne pensi dell’ingresso del Gruppo Stanchi?
Nessuno se lo aspettava, è stata una grande sorpresa. Ancora di più lo è stata la partecipazione alla Serie A2. Quando lo abbiamo saputo, questa estate, è stato un misto di emozioni, tra entusiasmo e un po’ di paura. Una settimana dopo averlo saputo eravamo già tutte in palestra a lavorare. Edoardo Stanchi ha portato grandi novità e qualcosa di molto positivo in una società che conosco bene, perché sono qui da più di 10 anni. Stanchi ha voglia di far bene, entusiasmo e un progetto in testa. Ci sta motivando molto, è importante rimanere in A2 perché poi possono aprirsi tante porte. Dovremo farlo attraverso i playout. Spero tanto che possa esserci un progetto a lungo termine e poi, chissà, dopo qualche anno di A2, poter provare a salire ancora. Sarebbe un sogno, per una società di quartiere. Ma già se siamo in A2, vuol dire che le basi ci sono. Di certo ora c’è da mantenere i piedi per terra e tornare a vincere.

Giovanili, vittorie nel minibasket e U16, 4 ragazze al raduno delle 2006 del Lazio

Nonostante una buona prova di gruppo, che ha visto coinvolte in campo tutte le ragazze, purtroppo la rappresentativa under 13 domenica è uscita sconfitta contro l’Olimpia San Venanzio, mancando la possibilità di raggiungere le avversarie in classifica. 59-46 il punteggio finale di una partita molto intensa, in cui il Gruppo Stanchi Athena ha pagato una eccessiva imprecisione al tiro, ma sempre su azioni ben costruite. L’emotività ha giocato un brutto scherzo in una partita comunque ben giocata.

E’ arrivata invece una bella vittoria dai 2009 nel torneo “Minibasket incontro”, contro il San Saturnino.

Al Palafonte si è tenuto il raduno delle 2006 del Lazio, alla presenza del comitato allenatori che cura le selezioni. Hanno partecipato quattro ragazze del Gruppo Stanchi Athena, cioè Anastasia Quattrocchi, Giorgia Barbieri, Gabriella Borzillo e Margherita Vicentini, che hanno sostenuto un allenamento proficuo. Nella foto, un’immagine del raduno.

La rappresentativa Under 16 vince 45-33 contro MSC Bkball Academy e si porta al quarto posto in classifica in attesa del prossimo incontro in casa del San Raffaele B

Minibasket

I corsi di minibasket si terranno presso la palestra di San Ponziano secondo il seguente orario:

NATI NEL 2010 – 2011 – 2012 – 2013

MAR E VEN ore 17.00 – 18.00

NATI NEL 2008 -2009 – 2010

LUN E GIO ore 17.00 – 18.00

Prima dell’iscrizione è possibile effettuare tre prove gratuite

La presentazione del certificato medico per attività sportive non agonistica è obbligatoria prima dell’inizio dell’attività. SI RICORDA CHE PER I NATI NEL 2007 DAL PRIMO GENNAIO 2018 È OBBLIGATORIA LA VISITA PER L’IDONEITA’ ALLA PRATICA SPORTIVA AGONISTICA

La quota NON comprende il costo del completino da gioco reversibile – obbligatorio per la partecipazione ai corsi – e che può essere acquistato alla cifra di 40 euro

La quota annuale per i corsi bisettimanale è di 390 euro con le seguenti scadenze:

iscrizione e prima rata

Euro 150 (+40)

Seconda rata 9 dicembre 2015

Euro 120

Terza rata 29 febbraio 2016

Euro 120

Lo sconto per fratelli è di Euro 20.00 per ciascun fratello da scontare nell’ultima rata.

Note:

la divisione, non tassativa, fatta per anni e non per capacità è consigliata da caratteristiche fisiche e pertanto gli orari possono essere intercambiabili.

Viene offerta al bambino la possibilità di partecipare più volte prima che i genitori deciderano se iscriversi oppure no

CONSIGLI ALIMENTARI PER I NOSTRI CESTISTI E MAILING LIST

Stiamo aggiornando la nostra mailing list e stiamo inviandovi i consigli alimentari offerti dalla Dott.ssa Emanuela Camastro.

Invia una email a info@athenabasket.it indicando il nome del nostro iscritto e riceverai presto “L’ALIMENTAZIONE DEL CESTISTA”